Vini a Scippata

A’ SCIPPATA

A scippata Tiene il colore rosso rubino
Ed è il più bel bicchiere di vino;
ha un sapore rotondo ed amoroso fatto con il Tintore ed il Piedirosso.
Se lo bevi ti porta frastuono,
ma non ti tradisce, è galantuomo,
ha sempre il suo grande cuore in mano;
lo sai viene da Capitignano.
Questo vino si chiama “A Scippata”,
allora su, versalo a cascata.
Nel boccale brilla come stella
Questo è il vino di Peppe Apicella!
Viene da un vitigno assai antico
Perciò lo puoi bere: è un amico.


Alfonso Carotenuto

 

Potevamo chiamare la nostra riserva in tanti modi, più o meno evocativi, poi abbiamo deciso di chiamarla con il nome della vigna da cui produciamo le uve. Questo perché la nostra famiglia è molto legata a questo fondo che sin dal 1933, quando fu impiantata, viene chiamato a’Scippata. In questa vigna la potatura, la legatura dei tralci, il cambio dei tutori, e la raccolta seguono il ritmo dei nostri avi.

La prima selezione per questo vino viene effettuata in vigneto. Vengono raccolte solo le uve migliori, circa 40 quintali per ettaro. Segue una premitura dolce e una lunga fermentazione a contatto con le bucce. Accorgimenti essenziali per ottenere un grande vino.

 

SCHEDA TECNICA

DENOMINAZIONE: COSTA D’AMALFI DOC A’ SCIPPATA

UVE:  Tintore 80% e Piedirosso 20% su piede franco.

ANNO DI IMPIANTO: 1933

COMUNE DI PRODUZIONE:  Tramonti

ESPOSIZIONE E ALTIMETRIA:  esposizione  prevalente a sud/sud-ovest, con altimetria compresa tra i 400 e i 600 m /s.l.m.

TIPOLOGIA TERRENO: di natura franco sabbioso, costituito generalmente da tufi incoerenti e dal rimaneggiamento di frazioni  detritiche e  piroclastiche.

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: raggiera atipica e/o pergola con sostegni orizzontali e verticali in pali di castagno.

DENSITÁ DI IMPIANTO: circa 2500 ceppi ad ettaro. Sesti di impianto a 3m x 3m con tre viti per fossa.

RESA PER ETTARO: circa 50 q.

EPOCA VENDEMMIALE: prima settimana di novembre. Le uve sono raccolte manualmente e trasportate in cassette.

VINIFICAZIONE: le uve accuratamente selezionate in vigneto vengono diraspate  e inviate nei fermentini dove avverrà, previo inoculo iniziale di ceppi di lievito selezionati, la lunga macerazione insieme alle bucce. Le quotidiane movimentazioni della massa apportano il colore e la struttura a questo vino. Dopo la separazione dalle bucce il mosto-vino continua a fermentare per 15 - 20 giorni sempre a temperatura controllata. 

AFFINAMENTO: stazionamento per 3 - 4 mesi in serbatoi inox sulle fecce fini per favorire la fermentazione malolattica spontanea. A' Scippata viene poi conservata sia in fusti di rovere di Slavonia di grande capacità, sia in barriques di rovere francese per  almeno 12 mesi. Questa riserva riposa ancora per almeno 6 mesi in bottiglia prima di essere commercializzata.

ESTRATTO: 28.0 g/l

ACIDITA' TOTALE: 6.70 per mille espresso in acido tartarico.

GRADO ALCOLICO: 14.0% vol.

CARATTERI ORGANOLETTICI: Colore rosso intenso, dai rilessi violacei. Profumo intenso e persistente, con  note fruttate di frutti rossi  quali le cerase, di speziati come pepe e un leggero boise. Subito caldo in bocca, dolce e morbido, la sensazione tannica è potente ma matura. Persistente ed ampio il retrogusto.

Un grande rosso, assai tipico e assai longevo. 

 

RICONOSCIMENTI


 

Concorso enologico

"I VINI ROSSI DA UVE AUTOCTONE DEL SUD"

Premio Speciale VINUM RUBRUM

Villa Campolieto, Ercolano 5-7 dicembre 2005

Riconoscimenti_5

www.ersac.it


SELEZIONE DEI VINI CAMPANI

A’Scippata 2004, 2006

Riconoscimenti_1

www.ersac.it


I VINI DEL SINDACO

Medaglia d’Argento 2008 per il Vino “A’Scippata” annata 2004

Medaglia d’Argento 2006 per il Vino “A’Scippata” annata 2000

www.selezionedelsindaco.it

Riconoscimenti_3

www.ersac.it


"I MIGLIORI VINI D’ITALIA" 2005

premio per il Vino “A’Scippata”

www.lucamaroni.com